CRISTIANESIMO E GIUDAISMO A CONFRONTO

ebraismo e cristianesimo differenze

Quando si tratta di libri biblici, il giudaismo non accetta i testi sacri come l’Antico Testamento. Ebraismo e cristianesimo differenze Si riferiscono ai libri ebraici come l’Antico Testamento. Poiché come è noto il Vangelo spesso si appella all’Antico Testamento e poiché cristianesimo ed ebraismo, quando non contendono, tendono almeno a differenziarsi o vengono superficialmente ritenuti opposti, si domanda quale siano le coincidenze e le differenze tra le due leggi. Il cristianesimo crede che Gesù Cristo fosse il messia. Il cristianesimo crede nella futura seconda venuta di Gesù. Qual è la differenza tra cristianesimo ed ebraismo? La differenza recata da Friedlaender e dalla Riforma fu un esplicito congedo dall’ identità nazionale per ridurre l’ Ebraismo alla dimensione religiosa. Intanto nel 1835 fondò e diresse un periodico di cultura, intitolato “Wissenschaftliche Zeitschrift fuer juedische Theologie” (Periodico scientifico per la teologia ebraica, un titolo molto germanico). Questo traspare dal fatto che i cristiani leggono l’Antico Testamento alla luce del Nuovo, nella convinzione dichiarata da Agostino nella sua pregnante formula: “L’Antico Testamento si mostra nel Nuovo, mentre il Nuovo è nascosto nell’Antico” (Quaestiones in Heptateuchum 2,73). Papa Gregorio Magno si espresse in maniera analoga quando definì l’Antico Testamento “profezia del Nuovo” ed il Nuovo “il migliore commento all’Antico” (Homiliae in Ezechielem I, VI, 15; cfr.

Un fatto interessante è che il cristianesimo ha avuto origine dal giudaismo. Nel contesto della volontà salvifica universale di Dio, tutti coloro che non hanno ancora ricevuto il Vangelo sono posti sullo stesso piano del popolo di Dio della Nuova Alleanza: “In primo luogo quel popolo al quale furono dati i testamenti e le promesse e dal quale Cristo è nato secondo la carne (cfr. Rm 9,4-5), popolo molto amato in ragione della elezione, a causa dei padri, perché i doni e la chiamata di Dio sono irrevocabili (cfr. Rm 11,28-29)” (“Lumen gentium”, n. In mezzo a popolazioni idolatre e politeiste, Israele – senza ritenersi da ciò impoverito, sapendo anzi di aver fatto una conquista grande – dice che c’è un Dio solo.

La più grande differenza che vorrei sottolineare, oltre ai rituali e alle interpretazioni, è che se si legge il Talmud, troverete interpretazioni diverse. Il giudaismo descrive il paradiso come un luogo in cui Dio discute con gli angeli sulla legge talmudica. La legge della Torah e legge del Vangelo sono due norme di fede e morale, l’una descritta nel Pentateuco e l’altra nei Vangeli e in altri documenti delle origini cristiane. Poi – nei secoli – producendo tutta una Tradizione vitale: Nasce la Torah. Al tempo di Costantino e Nicea, le radici ebraiche del cristianesimo furono lasciate alla Settanta (o altre traduzioni di testi ebraici) e le interpretazioni della tradizione orale lasciarono il posto alla filosofia greca. Essa per la verità non era valida all’epoca delle origini cristiane: a quel tempo molti dei primi credenti in Gesù Cristo erano ebrei.

Intuizione tanto più straordinaria quanto più si avverte che essa nasce in un contesto di popoli che concepiscono divinità immanenti, idoli che hanno bisogno di essere costruiti da mano d’uomo. E da qui viene la grandezza di Israele in quanto capace di universalità a tutti i livelli: se c’è un Dio solo, questo è il Dio di tutti. Ovviamente rifiuta l’idea che Gesù o qualsiasi altro essere vivente possa essere Dio. Direbbero che Dio è diventato un essere umano nella persona di Gesù Cristo. Era umano secondo il giudaismo. Il giudaismo non crede che Gesù Cristo fosse il messia. Il cristianesimo crede che Gesù Cristo abbia rinunciato o sacrificato la sua vita per pagare il prezzo dei nostri peccati. Il giudaismo non accetta che Gesù Cristo abbia rinunciato o sacrificato la sua vita per pagare il prezzo dei nostri peccati.

CRISTIANESIMO E GIUDAISMO A CONFRONTO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

5 × two =

Scroll to top